25 C
Palata
lunedì, 21 Settembre 2020
Home Media Altri Eventi Pellegrinaggio a S. Pio e S. Michele Famiglie 1a Comunione e 1a...

Pellegrinaggio a S. Pio e S. Michele Famiglie 1a Comunione e 1a Confessione

-

Home Media Altri Eventi Pellegrinaggio a S. Pio e S. Michele Famiglie 1a Comunione e 1a...

Pellegrinaggio a S. Pio e S. Michele Famiglie 1a Comunione e 1a Confessione

- Advertisement -

Domenica 1° marzo i bambini di 1^ confessione e 1^ comunione, insieme alle loro famiglie, accompagnati dal parroco Don Elio Benedetto, le catechiste e gli aiuto catechisti si sono recati in pellegrinaggio nel Santuario di San Pio e di San Michele Arcangelo.

La partenza è avvenuta alle ore 7:00 del mattino e tutti un po’ assonnati hanno iniziato il viaggio con la benedizione del parroco e la recita del Santo Rosario.

Chiaramente l’itinerario non è stato scelto casualmente da Don Elio, poiché, sia per i bambini che si preparano a ricevere la prima Comunione sia per coloro che si preparano alla prima Confessione, la personalità che richiama meglio ed è esempio di un’ autentica conversione è Padre Pio, il quale ha lasciato il ricordo dell’importanza del sacramento della confessione.

- Advertisement -

Giunti a San Giovanni Rotondo le famiglie hanno trovato ristoro per la prima colazione nel Centro Accoglienza Approdo, per consentire soprattutto ai bambini il massimo comfort e la possibilità di poter iniziare l’itinerario con maggiore riposo.

Infatti subito dopo si sono incamminati per percorrere la Via Crucis lungo le pendici del monte Castellano, un tratto con quindici stazioni, dove si è entrati semplicemente nel silenzio della preghiera.

Dopo questo bel momento di devozione non poteva non mancare la visita alla tomba di Padre Pio, nella cripta della Chiesa Nuova di San Pio; qui si è potuto osservare un luogo avvolto tutt’intorno da un mosaico prezioso di icone sacre, caratterizzato dallo splendore e dalla lucentezza dei colori, in particolare l’estensione del colore oro quasi a simboleggiare la Luce che non si spegne mai.

Vedere l’urna dove è deposto il corpo di Padre Pio ha sicuramente risvegliato in tutti un senso di spiritualità che quotidianamente viene turbato dalla frenesia degli impegni. Prima dell’ora di pranzo le famiglie si sono radunate in chiesa per partecipare alla Santa Messa officiata dal parroco del posto con la partecipazione di Don Elio e di parroci provenienti da altre località in visita a San Giovanni Rotondo.

Finalmente alle 13:00 tutte le famiglie sono tornate nel Centro Accoglienza Approdo dove hanno consumato un ottimo pranzo insieme: il ritrovarsi lontani, anche solo per un giorno, dalla routine quotidiana e dai problemi ha consentito di allentare la tensione per percepire quel desiderio di libertà che risuona in ognuno.

In questo pellegrinaggio non si è potuto fare a meno di notare come il parroco don Elio sia stato una guida impercettibile, vicina ma allo stesso tempo lontana per lasciar vivere senza fretta e condizionamenti i tempi di raccolta riservati a ciascuno.

Infatti nella sua meditazione e tranquillità ha lasciato che i protagonisti della giornata fossero proprio le famiglie, le quali hanno condiviso momenti di relax con i propri figli, sorrisi, giochi, canti e musica, ma soprattutto la gioia dell’unione per assaporare la bellezza dell’altro.

Nel pomeriggio il pellegrinaggio è continuato nel Santuario di San Michele Arcangelo situato nel Monte Sant’Angelo, in cui è stato percepito un ritorno ai tempi passati, attraverso le caratteristiche stradine avvolte da un velo di silenzio mistico. Nella suggestione del paesaggio, attraversando il Castello di Monte Sant’Angelo e i vicoli, le famiglie sono entrate nel Santuario per far visita alla Sacra Grotta dove è deposta la statua del Santo che suggella la vittoria sul maligno.

Dopo un breve excursus storico di una guida turistica don Elio ha voluto regalare a tutti, adulti e bambini, un’immagine con una preghiera a San Michele Arcangelo, affinché si riescano a superare i turbamenti e le incomprensioni attraverso il raccoglimento in famiglia.

Il pellegrinaggio nella sua totalità è stato piacevole e confortevole, inoltre è stata una giornata soleggiata, nonostante si prospettasse fredda e piovosa e per questo don Elio alla conclusione del viaggio ha ringraziato il Signore per aver consentito ai bambini, in particolare, di trascorrere una giornata all’aperto riscaldata dai raggi del sole; inoltre non sono mancate parole di ringraziamento alle persone che hanno collaborato per la buona riuscita del viaggio e l’animazione del coro parrocchiale.

Il viaggio è giunto al termine alle ore 20:30 circa con il ritorno a Palata e, anche se un po’ stanchi, i bambini non possono non ricordare quest’esperienza, perché resterà nella loro memoria ogni momento vissuto insieme ai compagni, ai catechisti e al parroco, in un’unica parola resterà il ritratto di un’unica famiglia.

Bernardetta Greco Catechista

[su_custom_gallery source=”media: 2246,2247,2248,2249,2250,2251,2252,2253,2254,2255,2256,2257,2258,2259,2260,2261,2262,2263,2264,2265,2266,2267,2268,2269,2270,2271,2272,2273,2274,2275,2276,2277,2278,2279,2280,2281,2282,2283,2284,2285,2286,2287,2288,2289,2290,2291,2292,2293,2294,2295,2296,2297,2298,2299,2300,2301,2302,2303,2304,2305,2306,2307,2308,2309,2310,2311,2312,2313,2314,2315,2316,2317,2318,2319,2320,2321,2322,2323,2324,2325,2326,2327,2328,2329,2330,2331,2332,2333,2334″ limit=”100″ link=”lightbox” width=”130″ height=”130″]

- Advertisement -
Parrocchia Palata
Non è la chiesa edificio che fa la comunità, ma è la comunità dei credenti che fa e costruisce la propria chiesa.

Benvenuti

Palata
cielo coperto
25 ° C
25 °
25 °
74 %
1.8kmh
92 %
Lun
22 °
Mar
27 °
Mer
27 °
Gio
26 °
Ven
27 °
3,800FollowerSegui
357FollowerSegui
118IscrittiIscriviti

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Consigli pubblicitari



Ultimi articoli

Articoli Popolari

Consigli pubblicitari