..::B e n v e n u t i::..
 

Dal messaggio per la Dedicazione della chiesa...

Oggi 25 marzo 2004, solennità dell'Annunciazione del Signore, finalmente dopo quattro anni, siamo pronti a riaprire la "nostra Casa" e soprattutto perché, con un solenne atto di consacrazione, viene Dedicata alla Santissima Trinità, in onore di Santa Maria La Nova. Non è la chiesa edificio che fa la comunità, ma è la comunità dei credenti che fa e costruisce la propria chiesa. La comunità di Palata ne è un esempio: da cinque secoli, dal suo nascere e nel suo crescere, è frutto del cuore generoso e della partecipazione convinta di fedeli attivi, che hanno prestato mani e forze in spirito di solidarietà, fraternità e comunità. La scelta della solennità dell'Annunciazione contiene un grande significato, perché la Santa Chiesa è iniziata con l'Annunciazione: il Verbo di Dio è entrato nella carne, si è fatto Uomo e ognuno di noi è il Tempio di Dio, da costruire ogni giorno, da far funzionare dentro di noi, dove si muove la Grazia della Santissima Trinità. Leggi tutta la storia - ->

DON ELIO BENEDETTO

..::In primo piano::..
 
Don Elio invitato dalle suore di Madre Teresa in India:
Tour musicale e visita nelle diverse realtà indiane.

La riflessione di Don Elio:

Si può piangere di dolore, ma anche di commozione e di gioia. Le lacrime più belle sono quelle che ci riempiono gli occhi quando, illuminati dallo Spirito Santo, «gustiamo e vediamo quanto è buono il Signore» (Sal 34, 9).
In questi giorni di “visita” in India, terra della Beata Teresa di Calcutta, posso dire con commozione che si è realizzato un sogno, una preghiera elevata e accolta da Dio capace di rendere la mia vita ulteriormente gioiosa.
            Grazie Signore perché mi hai donato la possibilità di sostare sulla tomba della Beata Teresa; grazie perché hai lasciato che la percezione del profumo di santità misto ad ardore mi inebriasse e incoraggiasse nel ministero; infine, grazie per l’ulteriore occasione elargitami: cantare le tue lodi, la gioia che proviene dall’incontro con te, con i piedi poggiati su quel lastricato di santità che da solo sorregge e infiamma lo spirito di un intero popolo, quello indiano.
            Sì, oggi si è realizzato un sogno, un sogno covato e maturato nell’alcova di un pensiero; Beata Teresa, ora ringrazio te! Ringrazio il tuo esempio di vita e la testimonianza di un Dio vicino che ancora oggi “sopravvive” grazie a te.

Don Elio

 

Vedi tutte le immagini
 
 
CLICCA SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE
 
 
Festa per la fine dell'anno catechistico
22 giugno 2014

Galleria fotografica
 
 
Solennità del Corpo e Sangue del Signore
22 giugno 2014

Galleria fotografica
 
 
Celebr. di ringraziamento per la fine dell'anno catechistico

e canti e recite dei bambini.

15 giugno 2014

S. Messa di Ringraziamento
Canti e recita.
 
 
CLICCA SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE
Galleria fotografica
CLICCA SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE
Galleria fotografica
 

Festa della MADONNA di Santa Giusta, Festa di Sant’Antonio, Festa dell’ACRper la chiusura dell’anno catechistico. Una settimana di Festeggiamenti a Palata.

Lunedì 9 giugno il giorno dopo la Pentecoste, è dedicato alla Madonna di Santa Giusta, tanto amata dai palatesi e non solo. A causa dei lavori in corso al Santuario, la statua della Madonna si trova nella chiesa parrocchiale e il parroco don Elio ha voluto che tutte le antiche tradizioni di questa festa restassero tali,  a partire dalla novena, la  recita di tre rosari, alla santa messa celebrata alle prime ore dell’alba . La novena  di Pentecoste ricca di presenze, ha visto anche la partecipazione di sua Ecc.za Mons Gianfranco De Luca. Dopo la Santa Messa delle ore 10,30, presieduta dal vescovo si è svolta la processione per le vie del paese, con la presenza della complesso Bandistico della città di Avellino; nel pomeriggio la tradizionale  asta  con formaggi ed agnelli offerti in onore della Madonna. La serata si è conclusa con un concerto della Banda della Città di Avellino applauditissima dai numerosi presenti.
 Venerdì 13 giugno una giornata di grande devozione popolare, la Festa di Sant’Antonio da Padova, il Santo più noto ed amato nel mondo. Non vi è chiesa al mondo che non abbia un altare, un dipinto, una statua, un affresco, una nicchia dedicati a sant'Antonio. La giornata ha avuto inizio come per la festa della Madonna di Santa Giusta con i fuochi pirotecnici. La Santa Messa celebrata dal parroco don Elio che con impegno ed insistenza da anni ha cercato ed ottenuto, che la solenne processione,. per le vie principali del paese, fosse seguita da un gran numero di carri  trainati da buoi, addobbati con fiori di carta. Nonostante il caldo afoso e la giornata lavorativa erano presenti un numero straordinario di fedeli che hanno seguito con profonda devozione la processione, che si è conclusa con la benedizione, da parte del parroco, dei buoi e dei carri,  e la consegna di un quadretto di Sant’Antonio a tutti i carristi e coloro che hanno portato gli animali. Sant'Antonio si fa compagno di viaggio nella quotidianità della vita. Non è solo un distributore di grazie e di favori a cui ricorrere nel bisogno. È il fratello maggiore, l’amico confidente, sempre presente e disponibile per le persone con tutti i loro problemi, grandi e piccoli. Per concludere la celebrazione religiosa il Comitato Feste,con l’aiuto delle Catechiste, ha distribuito in piazza il Pane di Sant’Antonio. La Festa del Santo di Padova si è conclusa con lo spettacolo del gruppo musicale dei “Pentagramma”,apprezzatissimo dal pubblico palatese. Un elogio speciale ai Giovani per il grande lavoro della preparazione dei Carri e complimenti al Comitato Feste per l’ottima organizzazione.
Domenica 15 giugno festa Solenne della Santissima Trinità , il Parroco le catechiste e i ragazzi dell’Acr  hanno voluto ringraziare il Signore per l’anno di cammino di catechesi, con la Santa Messa preceduta da balli e giochi in Piazza del Popolo:un giorno in cui unirsi ancor più alla corrente  di Dio e fare un carico di energia positiva per vivere bene il periodo estivo: condivisione, bellezza, spiritualità, amicizia, gioia, riflessione… perché l’ACR è tutto questo. Il Parroco don Elio ricordando ai ragazzi e ai genitori la bellezza della Fede nella Santissima Trinità, a conclusione della Liturgia, ha regalato ai bambini che hanno frequentato il mese di maggio un graditissimo  pensiero, e   a tutti i bambini educatori e genitori presenti,  scatole di buonissimo cioccolato. La festa dell’ACR è continuata in serata presso il centro parrocchiale Sacro Cuore con canti,poesie  e recite sul tema svolto durante l’anno catechistico, oltre ad omaggi floreali alle Catechiste e un dono particolare a don Elio. Tutto si è concluso con un ricco buffet offerto dai genitori, che hanno ringraziato con grande affetto le Catechiste e il Parroco.
Leone Michelina

Festa fine anno catechistico

 

..::Parola di Dio: una proposta::..

 

              
Pubblicazione commenti: venerdì.
   

XVII Domenica per annum - Anno A - 27 luglio 2014

 

Il Regno: la mèta che giustifica ogni sforzo.

di Giuseppe Gravante
 
 
Leggi Commento...
 
Archivio commenti

 

 

..::Sito web don Elio::..

 

Don Elio consegna
il "CD FIDES"
A Papa Francesco
 
20 NOVEMBRE 2013
 

vai al sito web...
 
 

 

Presentazione "FIDES, tra buio e luce"
Sabato 26 ottobre 2013, ore 20.30

 

Galleria fotografica
Alcuni articoli

 

 
Don Elio
parroco e cantautore
 

vai al sito web...

 
..::Respiro diocesano::..

 

 

  Spiritualità
Il Padre ci vuole felici: Esercizi spirituali al Popolo dettati dal Vescovo
   
  Coppie
Incontro diocesano fidanzati
   
Sito web diocesano

 

..::Facebook::..

 

..::Servizi::..
 



Comitato 
Feste
a

Caritas
e Missioni
a

Coro 
Parrocchiale
         

Servizio 
decoro chiese
 

Gruppo
audio-video
 

Confraternita
San Rocco